venerdì 22 dicembre 2017

Il Natale del passato, del presente e del futuro

Quest'anno non sapevo proprio come chiudere l'anno cinematografico in corso, congedarmi momentaneamente dal blog (anche se per la vigilia ci sarà una sorpresa e da mercoledì cominceranno le classifiche finali) e augurare a tutti un sereno Natale, fortunatamente in soccorso è arrivato il buon Riccardo de Il bazar di Riky, che ha proposto settimane fa un interessante Tag intitolato Il Natale del passato, del presente e del futuro, e io quindi colgo adesso al volo l'occasione, nonostante una sua non nomination, arrivata in ogni caso l'altro giorno dalla dolce Paola di A chi non è come neve, per continuare la "catena", in questo caso gradita come tante altre durante l'anno, e raccontare un po' di fatti miei. Ma prima le classiche regole del gioco, che prevedono altresì di nominare, seppur non obbligatoriamente, altri blog come infatti suggerito dal creatore: "Le nomination sono libere: potete anche non farle, ma devono essere al MASSIMO SETTE (25, 2+5 = 7. Ahhaahhaahah). Inoltre, a vostro piacere, potete pubblicare una foto di un vostro Natale. Ultima regola: linkare il blog che vi ha nominato e tornare qui pubblicando nei commenti il vostro link del post". Detto questo ecco che si comincia.

NATALE PASSATO

Inutile sottolineare come da piccolo il Natale era vero Natale, la magia di quel periodo si sentiva, eccome se si sentiva (come anche scritto 2 anni fa in questo post), perché anche se ho smesso presto di credere in Babbo Natale, seppur le classiche letterine le scrivevo ugualmente, era il momento più bello e atteso dell'anno. Tanto che aspettavo con ansia di ricevere e poi aprire i regali (pochi e neanche eccezionali a dir la verità, seppur non importava), di giocare e rigiocare a Tombola, carte ed altro, di cantare e ascoltare canzoni natalizie, di recitare la mia poesia, di mangiare dolci a volontà (anche più che all'Epifania) e quindi mangiare in famiglia, di comporre il presepe a casa (in campagna) di mia nonna (la foto di inizio post si riferisce proprio ad uno di quei "tentativi" di aiutare mia zia) e vedere i tanti film di Natale in tv, tra cui ovviamente i classici Disney, tra cui il mio preferito in assoluto, La Spada nella Roccia. Insomma era un periodo fantastico (felice e spensierato), e se poi nevicava lo era ancor di più. Perché davvero, tra recite a scuola, luci, addobbi e quant'altro il divertimento non mancava affatto.

NATALE PRESENTE

Facendo grandi, andando avanti sempre più e perdendo "pezzi" qua e là, era ed è logico che purtroppo quella magia sarebbe diminuita (niente più presepe e niente più tavolate enormi), perché anche se le classiche tradizioni anche quest'anno non mancheranno (come la comunque bellissima atmosfera di questo periodo oltre a regali, giochi, mangiate e film in tv), senza dare colpa a niente e nessuno, niente è più come prima. Ormai è da anni infatti che i miei Natali si stanno ormai uniformandosi sempre più, tuttavia quel poco mi basta, anche perché da due anni sono qui nella blogosfera con tutti voi, di certo non mancano visite dei parenti e di certo il stare in famiglia (anche solo in quattro) è sempre qualcosa di bello. In più anche quest'anno mangerò certamente tanti dolci, vedrò tanti film e sicuramente mi divertirò. Dopotutto Natale è sempre Natale e la famiglia è sempre la famiglia.

NATALE FUTURO

Vorrei poter dire che il mio Natale di domani sarà come quello del passato, forse con dei bambini, (probabilmente non da padre ma da zio) attorno la magia potrà tornare? chissà, più probabile quello di adesso, ma di certo non mancheranno calore e affetto, anche se spero che qualcosa cambi in positivo e che quindi la famiglia un giorno si allarghi ancor di più, che le tradizioni continuino sempre e che infine non manchi mai cibo in tavola e stabilità, economica, fisica ed emotiva.

Dovrei ora taggare e/o nominare (cosa che ho fatto spesso) sette blogger, ma questa vota ho deciso di non farlo, come alcuni anch'io infatti lascio libere le nomination, perché davvero, chi vuole può tranquillamente decidere liberamente se continuare o meno.

18 commenti:

  1. Ciao! Ti capisco benissimo quando parli dei ricordi... i Natali dell'infanzia resteranno sempre i migliori!
    L'importante è godersi anche adesso le festività. Un po' della magia natalizia si può godere anche da adulti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che da adulti si può, ma è comunque diverso, anche perché da piccolo e negli anni '90 era tutto più facile ;)

      Elimina
  2. Sono felice di vedere che altri bambini adoravano la tombola :), io ci giocherei anche ora, ma nessuno la vuole fare in famiglia XD.

    I post che ho letto descrivono un Natale passato sempre bello, per cui auguro a tutti che lo sia anche quello di dopodopodomani e quelli futuro. Oltre a questo, mi piacerebbe un Natale top presente e futuro per quelli tra noi magari che hanno avuto Natali passati non felici come magari quello di Pietro o il mio.

    ps in effetti quando ho pensato a questo tag, ho pensato magari anche a blogger che potevano avere lo spunto per fare il post proprio di Natale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche da me nessuno la vuole fare più :D
      Già, hai ragione, ma comunque intendi un tuo amico?
      p.s. Infatti è quello che ho fatto ;)

      Elimina
    2. ieri ho provato a proporla...ho ricevuto dei BUUUUUUUUUUUUUUH.

      Ho letto che qualche blogger non ha avuto Natali felici...

      Elimina
    3. Io manco ci provo.. :D
      Ah ho capito, sì ho letto...

      Elimina
  3. Ah si che bella tombolata in famiglia!!! :D E anche La spada nella roccia è uno dei miei classici festivi preferiti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non solo festivi, ma anche in assoluto ;)

      Elimina
  4. Zio Piter *__*
    Sì che sarà un grande Natale, quello futuro.
    Comunque vedi, la questione è sempre quella: cresciamo e la magia finisce.
    Bisognerebbe farla tornare, legando -chessò- un gioco, un libro, un film, qualcosa a ogni Natale che verà :)

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non precipitiamo le cose, però spero davvero in un futuro ancora più bello ;)
      E' per tutti così, perché anche se restiamo piccoli dentro, fuori qualcosa sempre cambia, in ogni caso bell'idea la tua :)

      Elimina
  5. Gran bel post Pietro. ;-)
    Nessuno ha la palla di cristallo, ma il mio augurio per un futuro come il Natale passato te lo auguro di cuore. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, lo stesso Auguro a te adesso e per il tuo futuro ;)

      Elimina
  6. Buon natale Pietro... la magia finisce con l'età, si, come dice Moz, dobbiamo trovare nuovi stimoli.. soprattutto in noi, e poi anche al cinema!!! ... visto ieri Suburbicorn... spettacoloso!!!... Buon Natale!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh Franco, Buon Natale a te! ;)
      Comunque hai ragione, il cinema poi è davvero tanto stimolante :)

      Elimina
  7. Mi sono proprio rivista nelle tue descrizioni. Un post davvero davvero malinconico.

    Ti auguro un buon Natale! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi fa piacere, anche perché i ricordi sono parte di noi. Buon Natale anche a te! ;)

      Elimina
  8. Bellissimo post. Ti auguro di passare delle feste serene accanto alle persone più care. Un abbraccio, Mariella.

    RispondiElimina