martedì 1 marzo 2016

Le mie considerazioni sugli Oscar 2016

Premettendo che sono solo un dilettante critico cinematografico e che non ho visto neanche uno dei film premiati o candidati, a parte Inside out, vincitore come miglior film d'animazione (giustamente, meraviglioso, non potrei però esprimere un giudizio sugli altri di questa categoria, dato che solo in settimana dovrei vedere Shaun: vita da pecora, ma non credo sarà decisamente migliore), vorrei esprimere qualche brevissimo parere e opinione sulla notte degli Oscar 2016. Come miglior film vince Il caso Spotlight (2 premi in totale), una storia spinosa, argomento delicato (lo scandalo dei preti pedofili), ma credo che proprio per questo ha vinto (ma non l'unico motivo certamente), gli altri non avevano la stessa forza di 'protesta'. Miglior regia a Alejandro Gonzales Inarritu per The Revenant (il film con più candidature 12, ma solo 3 premi), che dopo il grandissimo successo di Birdman, che dovrei vedere prossimamente (che senza averlo visto già mi piace) rivince, bissando la vittoria. Migliore attore protagonista Leonardo DiCaprio (ovviamente per The Revenant), e finalmente direi, anche se effettivamente vince nel ruolo o film meno bello da lui interpretati. Migliore attrice protagonista Brie Larson (Room), sconosciuta da parte mia, ma vista recentemente in alcuni film con discrete interpretazioni (Scott Pilgrim, 21 jump street e Don Jon). Migliore attore non protagonista a Mark Rylance (Il ponte delle spie), ottimo, ma non so chi sia o cosa ha fatto prima..Anonymous? ecco appunto, peccato per Stallone. Migliore attrice non protagonista ad una stupenda Alicia Vikander, non importa con quale pellicola (The Danish Girl), lo meritava a prescindere. Lei che è stata l'incredibile interprete di Ex Machina, film vincitore per i migliori effetti speciali, veramente speciali. Infine, di quelli più importanti, non si può non fare una standing ovation al maestro Ennio Morricone, vincitore dell'Oscar come miglior colonna sonora originale di The Hateful Eight (l'ultimo avvincente film di Tarantino), un grandissimo artista, premio meritatissimo, anche se effettivamente ci sono altre bellissime e forse migliori colonne sonore di quest'ultima da lui composte. In conclusione, i premi tecnici, e subito una sorpresa (non tanto poi), vince ben sei statuette (miglior montaggio, sonoro, montaggio sonoro, scenografia, costumi, trucco e acconciatura) su 10 candidature, ossia l'adrenalinico e attesissimo da me Mad Max: Fury Road, la pellicola più sorprendente dell'anno. Miglior sceneggiatura non originale a La grande scommessa, vera e avvincente storia finanziaria. Miglior film straniero a Il figlio di Saul, una drammatica vicenda di un eroico ebreo, e poi a Spectre, miglior canzone originale. Ovviamente poi, ci sono altri premi, visionabili ovunque ormai nei blog o siti, anche qui su ComingSoon. Queste mie brevissime considerazioni finiscono qui, ma quando vedrò molti di questi film (e forse sarà passato un anno), saprò se finalmente e veramente hanno vinto i migliori, spero vivamente e propriamente di sì.

8 commenti:

  1. Risposte
    1. Sì, vittoria che meritava e merita ;)

      Elimina
  2. Sono contenta per Leo, preferivo Tom Hardy o Stallone come non protagonista ma credo che Rylance abbia meritato. Tra le donne sapevo che non avrebbe rivinto Jennifer Lawrence ma credevo Charlotte Rampling, non protagoniste tenevo per Jennifer Jason Leigh per una questione affettiva ma Alicia Vikander ha spaccato. Concordo per Spotlight come miglior film, Inside out e Morricone, ma al posto di Sam Smith,veramente bravissimo preferivo smaccatamente Lady Gaga. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche Tom Hardy meritava ma avrà tempo per rifarsi, al contrario di Stallone...Rylance proprio non conoscevo. La Lawrence son sicuro che vincerà di nuovo, le altre hanno perso una buona chance, Alicia meravigliosa. Sinceramente non ho neanche sentito nessuna canzone e colonna sonora per il momento ;)

      Elimina
  3. Chissà perchè ho sempre pensato caro Pietro che spesso gli Oscar si diano ai non più meritevoli. Guarda il film di Di Caprio, certo come giustamente dici tu , non il migliore , ma bisognava una buona volta premiarlo no?
    Tutti gli altri non so, come te non li ho visti e non vedendoli, a parte The Revenant e il Ponte delle spie, dimenticavo Inside out, non posso dare un giudizio preciso. Poi è tutta una questine di gusti , quindi...
    Abbraccone serale amico mio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io ho sempre pensato che non vincevano i migliori o meritevoli, forse stanno cambiando approccio, vedremo.
      Bisognava premiarlo prima, ma va bene così..
      Senza vedere non si può sapere e giudicare, i gusti la fanno da padrone in certi casi...un abbraccio anche a te ;)

      Elimina
  4. Degli Oscar ho già parlato in lungo e in largo quindi mi soffermo solo sui cartoni e ti consiglio di recuperare perlomeno Anomalisa e Quando c'era Marnie, a loro modo molto belli. Purtroppo, quest'anno non tifavo Ghibli perché a mio avviso Marnie non è al livello di altri prodotti dello studio e devo ammettere che Inside Out mi ha folgorata tantissimo!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Recupererò tanti film, anche questi due...il primo usa una tecnica non particolarmente gradita ma chissà, il secondo invece sicuramente lo vedrò...ma quest'anno Inside out ha veramente spaccato ;)

      Elimina