martedì 12 giugno 2018

[TAG] Very Pop Blog - Le mie estati del passato

Si sa, l'estate è forse il periodo più bello dell'anno, o almeno per bambini lo è sicuramente, certamente lo è stato per noi nati negli anni '80, noi che abbiamo nel decennio successivo vissuto estati indimenticabili. E' per questo che il nostro fedele amico Miki del Moz O'Clock, per ricordare quel fantastico periodo, ha deciso di proporre questo post, questo Tag, che consiste nel:

1 - Elencare tutto ciò che è stato un simbolo delle nostre estati da bambini, in base ai vari macroargomenti forniti;
2 - Avvisare Moz dell'eventuale post realizzato, contattandolo in privato o lasciando un commento sul suo blog.
3 - Taggare altri cinque bloggers, avvisandoli.

E quindi, nonostante molte cose ho già detto, cose che sicuramente qui ripeterò (altre invece abbastanza "nuove"), ecco LE MIE ESTATI DEL PASSATO.


GIOCO IN CORTILE
Di mattina o pomeriggio era indifferente, quando potevo scendevo di casa e giocavo con gli amici del quartiere a nascondino e/o calcio. Mentre la bicicletta, non sempre avuta e non sempre a disposizione in paese, la usavo davvero poco.

GIOCO IN SPIAGGIA
Ero un bambino abbastanza "standard", anche se pistole ad acqua i miei genitori non mi compravano, usavo semplicemente infatti paletta e secchiello, e con la sabbia al massimo ci facevo le polpette. Tuttavia giocavo spesso a racchettoni, anche se non erano mai i miei.

FUMETTO
Abbastanza semplice, dopotutto è stato sempre il Topolino, il mio passatempo estivo.

LIBRO
Al massimo leggevo quello che le maestre assegnavano per i compiti, qualche libro sarà certamente capitato, forse proprio Il piccolo principe, uno dei pochi, uno degli unici.

CIBO
Ovviamente si mangiava abbastanza leggero, anche se in verità da perfetti pugliesi quando si andava al mare in compagnia era consuetudine portarsi cibo da casa, dalla parmigiana di mia mamma a quella di mia zia, da panini col salame a quelli con la mortadella, non dimenticando la frutta, anguria, melone e percochi. Infine immancabile a fine pranzo un dolce, dopotutto in estate sempre E' tempo di gelati!

CANZONE
Scontata una canzone degli 883, dopotutto sono uno della Generazione 883, nato e cresciuto con le loro canzoni, non solo Hanno ucciso l'uomo ragno, ma anche l'album e la omonima canzone Nord Sud Ovest Est.

FILM
Essendo l'estate il periodo delle repliche si guardava quello che passava il "Convento", ovvero film per ragazzi (I Goonies), film divenuti ora cult (Corto Circuito), commedie all'italiana con Franco & Ciccio oppure Totò, e gli immancabili film horror.

LUOGO
Ovviamente la spiaggia, i bar, tra un gelato e una partita a calcio balilla, e le sale giochi quando possibile.

VIDEOGAME
Nessun Game Boy o altre console portatili per me, tuttavia a differenza del periodo scolastico potevo tranquillamente giocare al Sega Master System senza problemi, soprattutto a Sonic ed Alex Kidd.

GIOCO DA TAVOLO
Il Monopoli c'era, ma in estate preferivo giocare a dama, ma soprattutto con le carte napoletane a scopa e briscola e con quelle cosidette francesi a ramino o a scala 40.
GIOCATTOLO
Non che di giocattoli in vacanza ne sentissi bisogno di avere, tuttavia con la trottola di mio nonno e con la macchine telecomandate o a corda ci giocavo spesso.

TELEVISIONE
La si guardava poco e niente, almeno finché si stava in spiaggia, perché poi era difficile staccarmi dalla tv che trasmetteva il Festivalbar e Giochi senza frontiere.

LIFE
Le mie estati si sono sempre svolte in due luoghi diversi e in tempi diversi, negli anni a cavallo dei '90 alla casa in affitto dei nonni a Castellaneta Marina (qui un ricordo), dagli anni 2000 in poi in Romagna in villeggiatura (qui un ricordo).

FOTO DI UN'ESTATE PASSATA
Ricordate la foto di me con il cappello di paglia? Ebbene questa, con a fianco nonno (il cappello era suo), cugino e fratello,
è precedente a quella, dove si può notare altresì la mia vispa faccetta e la Panda di mio padre a destra

Stavolta per le nomination ho deciso di scegliere tra gli ultimi utenti (che hanno un blog e non sono stati già nominati) che mi hanno lasciato un commento nella giornata di ieri o nelle giornate precedenti, perciò passo la palla a:
- Emanuele Di Giuseppe di The Reign of Ema
- fperale di Cent'anni di nerditudine
- Marco Lazzara di Arcani
- Francesco di Correndo sul naviglio
- Vanessa Varini di Blog di Cinema e non solo...
Grazie a chi parteciperà e buona estate a tutti!

20 commenti:

  1. Dunque, hai ragione, non ho parlato del giocattolo in vacanza: era arduo, ma facevo una selezione di qualche gioco da portar via (cioè, in sostanza erano le Tartarughe Ninja :D che portavo con me), ma ci giocavo solo a casa dei miei nonni.

    La dama sono sempre stato una schiappa quindi ci giocavo poco :D.

    Non sono mai stato un fan del biliardino, lo ammetto.

    Ovviamente le nostri estati hanno due forti punti di contatto: Topolino e le canzoni degli 883!

    Poi vado a leggere il tuo ricordo sulle vacanze riminesi :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non mi portavo niente, al massimo facevo una palla di carta con lo scotch e basta ;)
      Io invece a dama ero abbastanza bravo...e a biliardino ho giocato troppo poco in verità...due punti in contatto non indifferenti :D
      E' un ricordo di due anni fa, ecco perché non l'hai letto prima :)

      Elimina
  2. Avevo appena scritto da Francesca che nessuno mi aveva ancora nominato..te possinoooooo! :D Comunque massimo rispetto per gli 883 e Giochi senza frontiere (ora farebbero Giochi CON frontiere, probabilmente :D)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma puoi anche non partecipare, non è mica un obbligo, e comunque è capitato, non l'ho fatto apposta ;)
      Effettivamente è l'unico gioco che potrebbero fare :D

      Elimina
  3. Bene, scampata la s-taggiata anche stavolta. Non perché il tag non sia nelle mie corde (io vivo per l'estate), ma perché ho già troppa carne al fuoco nel mio blog.
    Ciao alla prossima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stata una scelta random, sei stato fortunato :D
      In ogni caso ogni commento è sempre gradito, a presto ;)

      Elimina
  4. Ahaha grande il Piter senza cappello di paglia :)
    Oh, io ancora mi chiedo come facevamo a fare il bagno dopo i pranzi al mare... mamma mia, robe a gogo!
    W gli 883, Topolino e i filmoni^^

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ora mi sono accorto di non averti contattato per aver fatto il post, ma fortunatamente sei un lettore e commentatore fisso :D
      Sì, sembro ancora più piccolo senza cappello...effettivamente non me lo spiego neanch'io, eravamo di un'altra pasta forse...viva sempre la musica, i fumetti e il cinema ;)

      Elimina
  5. In realtà io sono già stato nominato da Doppio Geffer, solo che, come dicevo sul suo blog, non saprei proprio di che scrivere, anche perché l'estate è la stagione che preferisco di meno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non conoscendo Doppio Geffer non ne avevo idea e non ho letto, tuttavia no problem, soprattutto se l'estate non è mai stata di tuo gradimento ;)

      Elimina
  6. Ciao 👋 Pietro, grazie per avermi nominato 😊 faccio questo Tag con molto piacere!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, è successo per caso in verità, in ogni caso sarà un piacere leggerti ;)

      Elimina
  7. Io ero un tutt'uno con la mia BMX, un centauro della bicicletta!
    Ora sono curioso di sapere perché in casa Sabatelli erano bandite le pistole ad acqua 😝
    Noi facciamo parte della generazione del "porta di tutto e apparecchia la tavola in spiaggia" 😂 negli ultimi anni siamo diventati un po' più "signori" e 'ste cose le vedo fare solo ai rumeni.
    Oddio Franco e Ciccio! Quanto li hanno replicati durante le estati di tutti gli anni 90?
    Giochi Senza Frontiere 😍
    Ora ti vedo molto mite ma da bambino sembravi un bel tipetto da tenere a bada 😁
    "Grazie" per la nomination ma come sai ho già risposto per la nomina di un altro maledetto amico blogger (ora modifico il mio post e aggiungo anche la tua, senza maledizione), pensa che avevo scritto il post già prima dello scorso weekend ma ho dovuto rimandare per i post già in programma.
    Mi segno i 3 link dei vecchi post che hai riportato perché sono curioso di leggerli ma li rimando a quando avrò un po' di tempo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché erano oggetti "frivoli" diciamo, e abbastanza fastidiosi :D
      Appunto, si faceva prima, ora, a parte che non è più quasi permesso mangiare e apparecchiare in spiaggia, non si fa più...
      Forse grazie a tutte quelle repliche li avrò visti, ed amati ovviamente, tutti ;)
      Sì, anche se poi bastava poco per calmarmi, un sonno ristoratore e qualcosa da mangiare :)
      p.s. Se l'avessi fatto prima probabilmente non ti avrei nominato, ma siccome mi ero dimenticato del post di Orso e hai ritardato è capitato....ci scriviamo presto allora

      Elimina
    2. Per me è fastidioso qualsiasi cosa che apprezzano i bambini di ieri e di oggi ma non negherei nessun gioco. L'unica cosa che non tollero sono gli strilli, per quelli schiaffoni fino a che non si zittiscono!
      Quindi eri "tremendo" solo quando non avevi dormito 😄

      Elimina
    3. Non sai quanti schiaffi che mi son preso, anche senza oggetti frivoli o anche senza dare troppo fastidio :D
      A quei tempi si faceva il riposino, ora manco per scherzo mi addormento il pomeriggio, e comunque ero un giocherellone sempre ;)

      Elimina
  8. abbiamo scelto la stessa canzone!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah sì? hai fatto anche tu il post e con la stessa canzone? Bene così, perciò quando posso passo a leggerti ;)

      Elimina
  9. Franco e Ciccio! Bellissimi, li guardavo spesso da piccolo!
    Aggiungo Operazione Vacanze con Jerry Calà trasmesso a ripetizione ad ogni estate la mattina su Italia 1.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anch'io se per questo vedevo Operazione Vacanze sempre, e mi divertivo un mondo ;)

      Elimina