domenica 17 gennaio 2016

The Walking Dead (prima parte 6a stagione)

Continua il viaggio dei superstiti, ad una apocalisse zombie, nella prima parte della sesta stagione di una delle serie tv più viste negli ultimi anni, The Walking Dead. I nostri 'eroi' ritornano ad affrontare i loro mostri interiori ma soprattutto esteriori ed esterni, quegli esseri, sempre più brutti, cattivi e sofisticati, che stanno uccidendo il mondo. Come se non bastassero gli zombie anche le persone, pazze e deviate (come in altre stagioni già viste) sono un ostacolo, e non da poco, da sconfiggere. Gente che non capisce che facendo in questo modo, aiuta i mostri a vincere e non il contrario. Ovviamente l'iter della serie non cambia anche in questa sesta ma non ultima stagione, lottare per sopravvivere a tutto e tutti, ma come sempre non tutto è bianco e nero, il grigiume è ovunque e dilagante. Il problema principale della serie però rimane, uno scopo preciso non c'è, i superstiti vanno a briglie sciolte. senza una meta, senza un qualcosa che riesca a movimentare la serie, è da sei stagioni che girano in tondo intorno ad Atlanta, ci vorrebbe un colpo di scena importante, non dei personaggi, ma della storia, altrimenti la monotonia prenderà il sopravvento. Da recenti notizie sembra che qualcosa di ciò potrebbe accadere. Ma veniamo a queste ultime puntate. Puntate che svelano un po di più sui personaggi, soprattutto Morgan, vediamo infatti come è arrivato ad Alexandria e cosa ha passato per non uscire pazzo. La pazzia che ne deriverà quando certi personaggi (i Wolves) entreranno ad Alexandria. Ma chi sono questi Wolves veramente? i soliti sfigati che credono di ammazzare Rick e il suo gruppo, non succederà mai temo. Gli unici che potrebbero sono gli zombie, ma credo sia ancora più difficile. Tornando a Morgan, nonostante abbia visto nel suo viaggio tante brutte cose, non ha ancora capito come va il mondo, come cercare di far cambiare atteggiamento a uno di quei sfigati, serva veramente a qualcosa. Infatti appena l'avrà l'occasione scapperà dalla prigione. Speriamo che gli sia stata da lezione, ma secondo me ha forse definitivamente perso come la testa, come tanti del gruppo, non ha capito niente di quello che gli è stato insegnato. Secondo il suo 'mentore' non deve uccidere le persone, si, ma quelli sono animali, per fortuna però gli zombie li uccide. Ad ogni stagione qualcuno muore, a chi toccherà in questa? in un recente sondaggio tra me e me, ho risposto: tutti, così finisce. A parte gli scherzi, già in questa prima parte, qualcuno muore, qualcuno si salva per un pelo, qualcuno perde la testa e qualcuno continua a rompere le scatole.

Attenzione spoiler -  Quando ho visto Glenn morire mi è venuto un colpo, incazzato da questa perdita ho rischiato di non vederlo più, invece ho continuato e incredibilmente scopro che non è veramente morto, come no? Con una fortuna pazzesca dalla sua, riesce a salvarsi. e menomale. Quella che muore è Deanna, leader della città, che finalmente capisce l'importanza di Rick (Andrew Lincoln) e del gruppo, capendo che bisogna sopravvivere combattendo, sfortunatamente per lei succede nel momento sbagliato. Ho temuto seriamente per Carl, quello 'stronzetto' del suo amico è proprio figlio di suo padre, una testa di cavolo. Per adesso è salvo, spero per sempre. Già detto di Glenn, anche sua moglie rischia ed è ancora in pericolo nel finale del mid season. Non solo Morgan sembra pazzo, forse lo è, altri impazziscono facendo di testa loro, e anche per colpa di qualcuno di loro la città viene assediata dagli zombie. Ce la fa faranno a scappare? Penso di sì. Infine i rompiscatole, uno finalmente è morto, gli altri due spero presto, ossia Little Tony e Dennis la 'paura' (perché minaccioso non è). Fine spoiler

Come detto in precedenza qualcosa sta per cambiare, ci sono importanti novità, sembra infatti che nel corso della seconda parte della sesta stagione, il tenebroso Daryl (Norman Reedus) ricoprirà molti più ruoli chiave. In compagnia di Abraham e Sasha s'imbatterà in quelli che sono i Salvatori, gruppo capeggiato dal cattivissimo Negan, leader carismatico in possesso di un'arma micidiale, la sua "Lucille" una mazza da baseball avvolta da filo spinato e secondo alcune indiscrezioni questo epico scontro tra le due fazioni, potrebbe portare a un nefasto epilogo per il gruppo di Rick. Si vedrà molto di più Daryl nella seconda parte della stagione, che sarà assai diversa dagli episodi iniziali nella sua struttura, così come il tipo di trama narrativa. A tal proposito il produttore, in una recente intervista, ha palesato la sua preferenza nello scrivere sceneggiature che si riferiscono a pochi personaggi, piuttosto che trame collettive, ma con l'avvento della seconda parte, avrà molta più importanza la trama, che l'individualità dei singoli protagonisti. Terminando, l'executive producer, ha dichiarato che in questi ultimi otto episodi, ha cercato di uscire fuori dagli schemi di trovare nuove soluzioni, le quali si rifletteranno sull'andamento  della serie che assumerà nuovi contorni, che coinvolgeranno ancora più emotivamente tutti gli appassionati della serie post-apocalittica "The Walking Dead". Speriamo quindi che qualcosa cambi, e in meglio. Antagonisti si sono avvicendati nel corso della serie, ma mai nessuno così cazzuto, forse il momento che mai avremmo voluto vedere sta per arrivare, o forse no? Non ci resta che aspettare ancora un altro mese per sapere.

2 commenti:

  1. Per la prima volta in sei stagioni non ce l'ho fatta a rimanere in pari con The Walking Dead.. ci avviciniamo alla parte che, nel fumetto, mi piace di più, ma la serie tv la sta tirando davvero troppo per le lunghe... :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì sta un po annoiando...ma la svolta sembra stia arrivando...purtroppo non ho letto nessun fumetto ;)

      Elimina