martedì 17 aprile 2018

Le mie canzoni italiane preferite (Marzo/Aprile 2018)

Negli ultimi due mesi la selezione musicale è stata davvero ampia, vuoi per Sanremo vuoi l'arrivo della primavera, che non solo i fiori son sbocciati ma anche tanti artisti (più tante altre belle conferme). Una selezione sia italiana ovviamente ma anche quella straniera, così tanto estesa che la dividerò esattamente in due parti (settimana prossima le "novità" straniere), giacché sono davvero molte le canzoni che in questo primo periodo primaverile ho sentito e risentito e che quindi mi hanno entusiasmato. Per cominciare però una piccola critica a Sanremo, perché sì, ho atteso parecchio tempo per ascoltare le canzoni presentate al Festival (dopotutto non avevo nascosto a febbraio, qui, questo mio "rinvio"), ma dopo averle ascoltate con attenzione sono sempre più convinto che a vincere sia stata la canzone (Non mi avete fatto niente di Ermal Meta e Fabrizio Moro) più "brutta", cioè quella più "inutile" e banale di tutte. Così tanto che sinceramente non capisco come abbia fatto a "battere" almeno tre canzoni e tre artisti (i primi tre video di questa specie di classifica) molto migliori (gli altri invece sulla stessa linea ma sempre un gradino sopra alla vincitrice). Tuttavia la loro vincita non ha smentito la "diceria" per cui al suddetto Festival raramente vincono i migliori (e dopotutto è meglio così, chissà che esca un altro Vasco Rossi). Nella seconda tranche invece le canzoni italiane uscite anche dall'inizio dell'anno che mi hanno conquistato, di certo non una che sinceramente avevo già odiato (perché non si capiva una parola) durante le famose pubblicità di una nota marca di telefonia e che ultimamente ho risentito non proprio con tanta felicità, mi riferisco ovviamente a Cara Italia di GHALI, una canzone probabilmente destinata ad un grande successo ma che personalmente non mi ha per niente soddisfatto, e infine annoverò tra i flop i Maneskin, perché anche se Morirò da re è minimamente passabile, le altre fanno parecchio schifo. Ma al di là di ciò eccovi le mie canzoni italiane preferite del mese di Marzo e Aprile di questo "complicato" 2018.

La canzone che doveva vincere Sanremo era questa (anche se per fortuna è arrivata seconda), avrà mica forse influito una parolaccia nel testo
o il fatto che dopo una scimmia che balla era troppo anche una vecchia?
Non era probabilmente una canzone da Festival, ma secondo me meritava più considerazione,
perché la canzone delle Vibrazioni (in seconda posizione nel mio podio personale) è davvero discreta
Avrà influito l'età o il fatto che altre occasioni ci saranno certamente in futuro, ma anche la bella Annalisa,
poteva tranquillamente ambire alla vittoria, tuttavia la terza posizione finale e personale gli fa comunque onore
Lasciamo Sanremo e vediamo l'altra scena musicale italiana, scena che riporta in alto
due grandi artisti italiani un po' "dimenticati", ovvero Jovanotti, con una canzone non eccezionale ma discretamente dinamica
e Biagio Antonacci, con una canzone e video semplici ma "geniali", soprattutto il secondo
Se devo essere sincero anche solo il titolo del loro precedente successo non mi fece per niente "impazzire" fino a quel punto,
tuttavia questa loro ultima canzone è davvero eccezionale
Nel marasma generale arrivano a sorpresa due conferme dall'ultimo post, scontata la prima,
anche perché si vedeva che Thegiornalisti avevano la stoffa per emergere e in effetti è stato così,
mentre la seconda trattandosi di Emma Marrone non lo era di certo, tuttavia meglio così
E' un gruppo che ho seguito sempre con piacere, anche se mai nessuna era riuscita ad "entrare" in classifica,
ci riescono adesso con una canzone malinconica ma tanto bella
Infine ecco il vincitore (si fa per dire) di questa speciale classifica, a vincere è infatti un finalmente maturo Cesare Cremonini,
che con questo ultimo lavoro sta riscuotendo un discreto successo, senza dubbio ampiamente meritato
Ebbene questo è tutto, tuttavia c'è una piccola novità, ovvero che grazie al mio profilo di Youtube (su cui non chiedo di iscrivervi, tanto uso davvero poco il mezzo, seppur mi farebbe piacere) ho potuto mettere queste dieci canzoni in una playlist, e quindi se per voi è più comodo in questo modo, ecco qui il link per ascoltarle senza interruzioni, tranne forse quella maledetta pubblicità. 

34 commenti:

  1. Le vibrazioni hanno avuto un grande successo in radio con quel brano, probabilmente un successo inaspettato. Di queste undici, devo dire, mi piace particolarmente quella di Cremonini, buona quello dello Stato Sociale, il resto è tutto sommato trascurabile, per il mio gusto personale, ma Antonacci ed Emma hanno fatto di peggio nella loro carriera musicale; probabilmente il pezzo di Annalisa è l'unico che mi fa cambiare canale alla radio, ma perché ritengo che il numero di messa in onda della canzone sia sproporzionato rispetto al valore della stessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le Vibrazioni inaspettato forse ma meritato certamente. In verità sono dieci, una l'ho eliminata alla fine e poi sistemato, comunque quando entrano in gioco i gusti, ogni canzone è un caso a parte, e diciamo che per metà siamo in disaccordo, soprattutto su Annalisa, una cantante davvero di talento ;)

      Elimina
  2. Non ne conosco manco una! Sarà che non ascolto radio (salvo podcast che non hanno canzoni) e guardo TV (canili di video musicali)... ma anche se mi vengono suggerite sul YT non ci clicco.
    Sono più tipo da musica italiana vecchia (ma anche straniera ne ascolto pochissima di recente).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ascolti per niente allora la radio, sono pezzi famosi che ultimamente girano parecchio, tuttavia non disdegno anch'io le vecchie canzoni ;)

      Elimina
    2. esatto sono canzoni a stra ultra rotation...

      Elimina
    3. Beh in effetti al giorno le sento più di 3 volte..

      Elimina
  3. Emma non mi piace per niente. La canzone dei Thegiornalisti non mi piace per nulla, sentita proprio ieri in macchina. Cremonini ogni tanto ritorna e non mi spiace per niente :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attenzione, che poi a me piace la canzone non Emma ;)

      Elimina
    2. Premetto che non cambio canale quando passano le loro canzoni (perché comunque si fanno ascoltare), ma io "odio" i thegiornalisti perché una persona a me cara è innamorata follemente di Tommaso Paradiso, ahhahahaha. Dice che è il suo uomo ideale.

      Elimina
    3. Beh diciamo che è comprensibile, ma oltre a ciò sono comunque una gradevole sorpresa ;)

      Elimina
  4. Sei un romanticone. :-P
    Scherzi a parte, a me Biagio, Jovanotti ed i Negramaro hanno un po' stufato, ma non li denigro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In verità un po' lo sono romantico, anche se comunque ascolto poco i tre "vecchi" ;)

      Elimina
  5. Ciao .
    Son abbastanza d’accordo con te .
    Anche se la vincitrice non mi è sembrata poi così brutta ne tantomeno banale.
    Comunque gusti son gusti.
    Lo stato sociale ha fatto una canzone tamarra , più che per la parolaccia han voluto scimmiottare Gabbani e la sua scimmia con una vecchia che balla.
    Ma il risultato sinceramente non mi sembra all’altezza.
    Annalisa ha una bella voce indubbiamente, deve ancora trovare la canzone che spacca.
    Le Vibrazioni hanno il pezzo più radiofonico , a Sanremo hanno duettato con Skin è l’esibizione è stata superba.
    Mi piacerebbe che pubblicassero quella versione della canzone.
    Jovanotti o.k niente da urlo come il pezzo di Cremonini, passabili.
    Negramaro bravi ho il cd e i due singoli proposti finora dell’album sonio quello di più facile ascolto.
    Belli anche i video.
    The giornalist ...che dire ..sono la vera sorpresa dell’anno scorso e stanno sfornando singoli che non fanno rimpiangere “Riccione”.
    Calcutta non li conosco.
    Biagio , l’ho ascoltato solo una volta e non so che dire...bho?
    Emma ...con questo ultimo album si allontana da quelli precedenti e merita rispetto.
    Chissà se riuscira’ a diventare la nuova Gianna Nannini del panorama Rock!
    Sinceramente questi ultimi pezzi son meno easy dei suoi lavori precedenti.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, beh quando si tratta di canzoni è il gusto a farla da padrone, ognuno ha una sua idea, io resto fermo sulla mia e comunque prendo in considerazione la tua, anche se al 70% appunto siamo d'accordo ;)

      Elimina
    2. Non vorrei fare il precisino, ma mi sembra di aver visto un videoclip con la canzone delle Vibrazioni in versione con Skin :)

      Elimina
    3. Su questo non saprei, ma se è così tanto meglio ;)

      Elimina
    4. Grazie Riccardo hai ragione!
      Ho controllato poco fa ... è uscito il singolo il 6 di aprile è relativo video.
      Non lo sapevo.
      Grazie veramente, merita davvero quel duetto.
      Ciao

      Elimina
    5. Gli darò un'occhiata anch'io ;)

      Elimina
  6. Mi è capitato di sentirle tutte, tra radio e RTL tv, ovviamente son tutte tormentoni più o meno validi.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su questo hai ragione, anche se la loro "vita" sarà comunque breve visti i tempi ;)

      Elimina
  7. La canzone delle Vibrazioni meritava un posto più alto in classifica, a parte questo sono d'accordo con i primi tre classificati di Sanremo (la canzone di Ermal Meta mi piace molto!). 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono d'accordo sul vincitore invece, proprio perché anche se Ermal Meta mi è simpatico, la canzone no...
      Bene per quanto riguarda le Vibrazioni, una sorpresa per me ;)

      Elimina
    2. @ Vanessa
      ....ma mi segui su google + per via della foto col gatto?
      ahahah!!!
      Va ben ciao...visiterò anche il tuo di blog ...gattofilo 😀

      Elimina
  8. "La prima volta" è una di quelle canzoni che ti restano dentro e non se ne vanno più e devo dire che nel complesso tutto l'album nuovo dei Negramaro è ottimo.
    Per il resto, oltre a Jovanotti, il cui ultimo album per me è un ni ma resta sempre un gran mostro, le altre bene o male si canticchiano.
    Il video di Antonacci è bello, ma vorrei vedere con quei protagonisti e il regista. La canzone fa veramente cagare, lo posso dire?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In effetti è più bello il video, con l'idea geniale dei fratelli Fiorello, che la canzone...
      Gli album gli ascolto poco, mi concentro sui singoli, che sono appunto comunque buonissimi ;)

      Elimina
  9. Mi piace molto cremonini e anche i negramaro... lo stato sociale mi piacevano già prima di Sanremo e Calcutta non ne sbaglia una!

    Però la mia preferita in assoluto è quella dei The giornalisti: anche il video è bello... ma la ascolto poco perché mi fa piangere, non so bene nemmeno perchè!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti piace il meglio del meglio dell'ultimo periodo anche a te insomma, bene ;)
      In verità a me nessuna fa questo effetto, tuttavia è comprensibile visto il testo :)

      Elimina
  10. quella della Vibrazioni ha un suono molto "internazionale". Noi in auto ascoltiamo spesso quella di Annalisa (a mia moglie piace moltissimo) che inizia piano ma finisce in crescendo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per quello credo che all'Eurovision song contest avrebbe avuto più chance rispetto al vincitore della rassegna Sanremese, che sinceramente ha zero possibilità...anche meno di Annalisa, che continuando così andrà lontano ;)

      Elimina
  11. Due anni fa mi sembra ci fosse Francesca Michielin e non mi sembra fosse andata così brillantemente.
    Se non ricordo male nemmeno Emma ha lasciato il segno.
    Il Volo.
    Ma non credo sia un problema della canzoni e neppure degli interpreti...è che per quelli che votano/seguono l’eurofestival e che non sono italiani ...l’italia per questi è ancora Toto Cutigno e “L’italiano”:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dipende pur sempre dalla canzone, certo hai ragione però cantare in inglese non sarebbe un vantaggio oppure metà e metà non sarebbe meglio per quella rassegna? e non sarebbe meglio non prendere da Sanremo la partecipante?
      In ogni caso se c'era qualcuno che doveva vincere era Il Volo, tuttavia anche non vincendo sono tra i pochi che hanno poi sfondato ;)

      Elimina
  12. Vedi..dicendo questo del Volo ,mi confermi quello che penso.
    E cioè che l’Eurofestival o comunque la maggior parte dei paesi europei pensa all’Italia come al paese della pizza Sole e mandolino.
    Premiano il bel canto quello che comunque si avvicina alla tradizione del canto italiano.
    Ma è un immagine falsata di quella che è la realtà della musica italiana.
    Se pensi ai grandi nomi della musica Pausini e Ramazzotti sono quelli più conosciuti all’estero inteso come paesi sudamericani .
    Di europeo secondo me la musica italiana ha poco.
    Almeno i nomi della tua e mia generazione , prendi Annalisa o gli anni recenti passati Mengoni Emma o Gabbani.
    Gli anni della mia generazione..Leali con la Oxa cosa hanno lasciato della loro musica all’europa.
    Forse hai ragione tu dovrebbero pescare fuori Sanremo...ma ci son pochi che andrebbero..di quelli affermati.
    Anche perché l’eurofestival sembra proprio una specie di Giochi senza frontiera della musica.
    Con regolamento che capiscono solo loro.
    Campanilismo forzato che premia poco la buona musica.
    Senza togliere niente ai paesi dell’est che son quelli che più spesso han vinto ..ma tu l’hai mai sentita una canzone cecoslovacca alla radio ad esempio...:)?
    O rumena?
    Uno dei pochi vincitori che si ricordano è Conchita ( scusa se scrivo male il nome , ma non lo ricordo perfettamente) e più per la canzone ( in inglese poi..) si ricorda per la donna con la barba :)��
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma ormai i luoghi comuni ci sono dappertutto, anche noi se è per questo verso gli altri, tuttavia hai ragione nell'affermare che l'Eurofestival non premia la buona musica...e un po' come Sanremo premia il "politically correct", l'esempio tua finale è perfetto in tal senso..

      Elimina