giovedì 12 dicembre 2019

Le peggiori serie tv viste dell'anno (2019)

In attesa di scoprire le migliori proposte (secondo il mio modesto parere) seriali dell'anno in corso (ma non solo), era più che ovvio che prima toccasse alle peggiori, alle serie tv che non avessero raggiunto la sufficienza. Non l'hanno raggiunta né le prime otto posizioni né le mie personali delusioni, che come sempre aprono questa mia classifica. Una classifica in cui in tal senso dovrei ovviamente rimarcare il fatto che tutte queste serie prese in esame, sconsigliabili non sono del tutto, dopotutto quello che non è piaciuto a me può piacere ad altri (dipende sempre dai gusti e tanti fattori), ma sono comunque tutte da prendere con le pinze (a parte la prima classificata, anche quest'anno evitabile, ci fu infatti una medesima situazione l'anno scorso, qui). E quindi detto ciò, buona presa visura.

DELUSIONI
Deludono nuovamente, seppur con le dovute differenze in ambito narrativo e gestionale, le nuove stagioni di C'era una volta, Arrow e Ballers, mentre un po' a sorpresa ne rientrano serie che nelle stagioni precedenti non avevano fatto male, parlo di Vikings e I delitti del Barlume, al contrario Das Boot, quest'anno all'esordio, delude non partendo da una base ben avviata, giacché sbaglia in alcuni punti, risultando così un mezzo flop. In ogni caso tutte e sei (a parte lo show abc che ha chiuso i battenti) sono serie che continuerò a seguire, sperando che almeno aggiustino un po' il tiro.
8. Sempre godibile ma ugualmente banale anche la seconda stagione. (5,5/10)
7. Miniserie non brutta e che si lascia seguire, ma colpevolmente difettata, è infatti inverosimile, banale, fredda e forzata. (5,5/10)
6. Interessante, non brutta, ma personalmente noiosa ed inefficace la prima stagione di questa serie della HBO. (5/10)
5. La situazione non migliora, ma peggiora, con una seconda stagione sempre affascinante però sempre patinata e forzata, che proprio non convince. (5/10)
4. Spreco di potenziale ed energie l'unica stagione di The Passage. (5/10)
3. La sesta ed ultima stagione di House Of Cards si chiude nel peggiore dei modi, con un finale amaro e tronco, con una caduta di stile, colpa di una sceneggiatura notevolmente difettata. (5/10)
2. La seconda stagione è anche più insensata della prima, e non basta nuovamente Tim Roth per risollevarne le sorti. (5/10)
1. Inutile e deleteria la conclusione, con una brutta terza stagione. (4/10)

24 commenti:

  1. In quanto ad House of Cards forse non è nemmeno tutta colpa loro....è vero che le serie Netflix spesso e volentieri sono eccessivamente verbose anche quando non ce ne sarebbe bisogno, però il cambio di protagonista in corso per mere esigenze "legali" non ha certo giovato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cambio è stato letale, nonostante il supporto di una protagonista e di un attrice comunque non da buttare..

      Elimina
  2. L'ultima stagione di "House of cards" è sanguinosa, hanno distrutto una serie bellissima. Cheers!

    RispondiElimina
  3. Insomma, non mi sono persa proprio nulla. Meglio così.

    RispondiElimina
  4. Non ho visto nessuna di queste serie e forse è meglio così.
    Io ho lasciato Carnival Row alla quarta puntata, ma conto di fare uno sforzo e finirla.
    Non volendo passare giornate intere a guardarle, cerco di selezionare il più possibile, ma le cantonate capita a tutti di prenderle.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senza dubbio dico che è meglio così, fidati, comunque sulle serie in generale è proprio così, e non possiamo farci niente ;)

      Elimina
  5. Sono pronto a giurare che rifaranno la stagione finale di House of Cards, ora che Kevin Spacey è stato riabilitato presso l'opinione pubblica delle sciocchezze alla #mitù

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non saprei, ormai quel che è fatto è fatto, il danno poi è irreparabile..

      Elimina
    2. Cancellano l'ultima e la rigirano.

      Moz-

      Elimina
  6. Io non sono neanche sicura di ever finito la penultima stagione di House of Cards, figuriamoci guardare l’ultima senza Frank. Non ho visto neanche le altre e mi fa piacere sapere di non essermi persa niente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stati troppo precipitosi su House of cards, potevano anche aspettare, mannaggia a loro..

      Elimina
  7. Mamma mia, io quest'anno ho faticato tantissimo a trovare una serie decente da guardare ed infatti non ne ho iniziato nessuna nuova. Spero il 2020 sia un anno migliore sotto questo punto di vista. E le potenzialità sembrano esserci dato che pare ci sia un progetto tra Netflix e Tiziano mioooo :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci sarà una bella selezione domani, delle migliori, da dove pescarne una, queste qui è meglio evitare...e su Tiziano tuo non metto bocca ;)

      Elimina
  8. Mi trovi più che d'accordo per le uniche serie che ho visto, ovvero l'ultima imbarazzante stagione di House of Cards e quel fastidio mal scritto di Harry Quebert.
    Succession invece mi ispira da un po', se ne parla bene, ha il cast giusto, vediamo come la trovo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, mi assilla da un anno l'ultima beffarda stagione di House of Cards, fu la prima che vidi, e come per "Harry Quebert" avrei voluto non vederla..
      Sarà che tutte le cose alla Beautiful mi urtino, ma Succession non mi ha preso..

      Elimina
  9. Io metterei The Boys al n.1, The Boys al n.2, The Boys al n.3.
    Anche perché non è che abbia visto molte serie :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' davvero così brutta? Eppure vorrei vederla, e forse lo farò ;)

      Elimina
  10. Concordo assolutamente sulla miniserie La verità sul caso Harry Quebert, che poi è così perché così è il libro: inverosimile, senza sentimenti credibili, banale e prolisso.
    Io darei un paio di voti in più, invece, a Timeless. Sarà che sono un poco fissata per le storie di viaggi nel tempo e realtà parallele e quindi mi ha preso un po' il cuore, pur se non perfetta ;) anche se comunque la seconda stagione per me è stata meno bella della prima.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Su Quebert siamo d'accordo in molti, eppure ad alcuni non è dispiaciuta...mah
      Piacciono molto anche a me i viaggi del tempo e tutto quello che ci gira intorno, ma non mi piace la banalità, che secondo me qui c'è ;)

      Elimina
  11. A parte Timeless, non ho intenzione di iniziarne nessuna. Quindi per ora non rischio!

    RispondiElimina